Lo sportello unico per le attivita' produttive

ATTIVA - Progetti di SVILUPPO AGROINDUSTRIALE: operazioni di finanza agevolata da parte di ISA-SPA

Indice della scheda informativa

Che cos'è

ISA (Istituto Sviluppo Agroalimentare S.p.A.) è la società finanziaria con socio unico il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF), che promuove e sostiene progetti di sviluppo agroindustriale che, comportino, come ricaduta indotta, un miglioramento strutturale dei livelli di reddito dei produttori agricoli. Favorire i processi di aggregazione tra imprese e agire in una logica unitaria di sistema rappresenta l'obiettivo primario della Società Attraverso specifici strumenti di legge, ISA supporta le imprese operanti nella fase di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, zootecnici e silvicoli, compresi nell’Allegato 1 al Trattato di Roma.


I beneficiari

L'intervento di ISA si rivolge a società di capitali e società cooperative economicamente e finanziariamente sane, la cui redditività sia dimostrata e che abbiano progetti di sviluppo e di crescita mediante l'utilizzazione di materia prima di provenienza nazionale. La Società può promuovere gli investimenti delle: piccole e medie imprese (PMI) imprese intermedie grandi imprese Per le PMI e le imprese intermedie, gli investimenti possono essere localizzati in tutto il territorio nazionale, per le grandi imprese solo nelle regioni che possono beneficiare di aiuti di Stato a finalità regionale.


L'attività finanziata, spese ammissibili, contributi

L'attività finanziata

ISA interviene attraverso l'assunzione di partecipazioni di minoranza nel capitale sociale delle imprese beneficiarie attraverso: Operazioni di finanza a condizioni di mercato (art. 2 commi 132 e 132-bis L.662/96) ISA può acquisire partecipazioni di minoranza ed erogare finanziamenti a supporto di progetti di consolidamento e/o di sviluppo di imprese operanti nel settore agroindustriale che trasformano e/o commercializzano il prodotto agricolo economicamente e finanziariamente sane, esclusivamente quando tale apporto si verifica in circostanze che sarebbero accettabili per un investitore privato operante nelle normali condizioni di un’economia di mercato a condizioni compatibili con i principi di economia di mercato. Operazioni di finanza agevolata (art. 23 L. 266/97) In particolare: La partecipazione di minoranza al capitale sociale, ha una durata massima di 5 anni, elevabili fino a 15 nel caso in cui i produttori agricoli detengano una quota del capitale sociale pari ad almeno il 10%. La presenza di ISA nel capitale della società beneficiaria è comunque prevista almeno fino alla completa erogazione del mutuo concesso e con uscita al valore di patrimonio netto.


Spese ammissibili

Sono ammissibili alle agevolazioni i progetti industriali per la realizzazione di: - nuove iniziative - programmi di ampliamento, ammodernamento, ristrutturazione di unità produttive esistenti, diversificazione della produzione in nuovi prodotti aggiuntivi, cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di uno stabilimento esistente. L’intervento di ISA è regolato da appositi patti parasociali che disciplinano l’acquisizione della partecipazione nel capitale sociale dell’impresa beneficiaria, l’erogazione del finanziamento a tasso agevolato, le regole di corporate governance e le modalità di uscita obbligatoria (way out).


Contributi

Il finanziamento, nella forma di mutuo ipotecario, assistito da idonee garanzie reali (normalmente ipotecarie), è agevolato nelle condizioni di rientro, fino a 5 anni di pre-ammortamento e a 10 anni di ammortamento, con rate semestrali posticipate, e nel tasso, pari al 30% del tasso di riferimento (stabilito con il Decreto 21 dicembre 1994 del Ministro del Tesoro). In particolare per le PMI, per la realizzazione di investimenti fino ad un massimo di 4 milioni di euro, ISA può: finanziare il progetto fino ad un massimo del 50% dell’investimento; erogare un mutuo della durata massima di 10 anni, di cui 3 di preammortamento, garantito da idonea ipoteca concedere il mutuo ad un tasso di interesse pari al 15% del tasso di riferimento. Il finanziamento è erogato a stato di avanzamento lavori (SAL), a fronte di investimenti effettuati e fatture quietanzate o in scadenza.



Come presentare la domanda

In riferimento ad una prima richiesta di informazione da parte di un’azienda proponente e agli aspetti documentali per la presentazione di un progetto, la richiesta deve essere inoltrata all’indirizzo: info@isa-spa.it. E’ opportuno che l'azienda proponente descriva almeno:

• attività oggetto dell’iniziativa;

• localizzazione dell’iniziativa;

• tipologia e ammontare degli investimenti previsti;

• tipologia degli sbocchi di mercato previsti;

• tipologia e quantificazione di massima delle ricadute previste sul settore agricolo;

• ipotesi di massima di copertura finanziaria degli investimenti;

• tipologia e ammontare delle garanzie potenzialmente attivabili al servizio dell’operazione;

• indicazione di massima dello sviluppo economico-finanziario dell’iniziativa.

 

La richiesta dovrà infine fornire una descrizione della struttura societaria dell'azienda proponente, del suo azionariato, dell'attività svolta, della strategia di sviluppo perseguita oltre che contenere gli ultimi tre bilanci chiusi (anche consolidati, se redatti).


Maggiori informazioni

Per Maggiori informazioni visitare il sito internet www.isa-spa.it.


© 2020 Regione Calabria