Lo sportello unico per le attivita' produttive

ATTIVO - SME Instrument

Indice della scheda informativa

Che cos'è

Lo Strumento PMI (SME Instrument) è uno schema di finanziamento che l’Unione Europea ha pensato per le aziende che vogliono sviluppare innovazione (di prodotto, di servizio, di processo) al fine di guadagnare competitività sui mercati nazionali e internazionali.

L’obiettivo è quello di soddisfare i bisogni finanziari delle PMI mediante una struttura composta da TRE FASI che ricalcano l’intero ciclo innovativo: dalla valutazione della fattibilità tecnico-commerciale dell’idea, passando per lo sviluppo del prototipo su scala industriale e della prima applicazione sul mercato fino alla fase della commercializzazione.


I beneficiari

Lo SME Instrument è specificamente destinato alle PMI (articolo 22 del regolamento (UE) n. 1291/2013) per sostenere le attività di ricerca e di innovazione e le capacità delle PMI nel corso delle varie fasi del ciclo di innovazione. La condizione minima è la partecipazione di un soggetto giuridico stabilito in uno Stato Membro o in un Paese Associato. Le imprese possono collaborare tra loro.


L'attività finanziata, spese ammissibili, contributi

L'attività finanziata

Fase 1: Vengono finanziati tutti i costi eleggibili (costi diretti e indiretti) che possono essere ricondotti alle attività per il Feasibility study dell’idea progettuale (se propriamente implementate) e che corrispondono alla somma forfettaria stabilita come importo finanziabile dalla Commissione Europea. La somma forfettaria per la fase 1, stabilisce che il costo totale eleggibile sia di € 71.249. Applicando il tasso di co-finanziamento del 70%, l’ammontare del finanziamento è stabilito a € 50.000 nella forma di prefinanziamento e pagamento a saldo. 40% della somma forfettaria entro 30 giorni dalla data di inizio dell’azione o dalla data di entrata in vigore della convenzione, a seconda di quale è l’ultima data. Il saldo sarà pagato (insieme all’importo ritenuto come fondo di garanzia) entro 90 giorni dal ricevimento del report finale.

Fase 2: Viene rimborsato il 70% dei costi eleggibili per l’azione. I costi ammissibili devono essere dichiarati nelle seguenti forme di costo: costi di personale diretti, costi diretti di subappalto, costi diretti di fornitura supporto finanziario a terze parti, altri costi diretti (es. viaggi, attrezzature, materiali di consumo); costi indiretti sulla base di una flat-rate del 25% dei costi diretti ammissibili. Il contributo dell’EU nella forma di concessione si prevede essere dell’ordine di € 500.000 fino a € 2,5 milioni 70% dei costi eleggibili (eccezionalmente, 100% dove la componente di ricerca è fortemente presente).

Fase 3: Non sono previste sovvenzioni ma finanziamenti indiretti (es. accesso ai servizi finanziari sostenuti con Access to Risk Finance). Le PMI possono beneficiare di misure e servizi di sostegno indiretti, come l’accesso ai servizi finanziari sostenuti con Access to Risk Finance.



Come presentare la domanda

Le domande di finanziamento devono essere presentate esclusivamente mediante procedura telematica sul Participant Portal di Horizon2020. Lo sportello Apre Calabria supporta l’utente anche nella richiesta di ECAS account e Participant Identification Code (PIC) necessari per sottomettere la proposta. Il PIC è un codice a nove cifre che identifica in modo univoco l’organizzazione e dovrà essere inserito nella proposta ed in ogni corrispondenza con la Commissione. Se la proposta viene valutata positivamente, sarà necessario validare l’organizzazione, designare un rappresentante (LEAR) ed effettuare il self-check sulla vitalità finanziaria (financial viability) della propria organizzazione.


Maggiori informazioni

Sportello APRE Calabria (http://www.calabriainnova.it/apre/ )


© 2021 Regione Calabria