Lo sportello unico per le attivita' produttive

Aree ZES in Calabria

Le Zone economiche speciali (ZES) hanno l’obiettivo di creare aree con condizioni favorevoli per lo sviluppo delle imprese, grazie a incentivi, benefici fiscali e semplificazioni amministrative.

In Europa ci sono circa 90 aree tra ZES e Zone franche, di cui 14 in Polonia.  Nel mondo  se ne contano 4.000, di cui le più note si trovano in Cina e a Dubai.

In Italia, secondo la legislazione* vigente, la ZES è un territorio geograficamente delimitato e chiaramente identificato, situato entro i confini dello Stato. Può essere costituita anche da aree non territorialmente adiacenti, purché presentino un nesso economico funzionale. 

"Decreto-Legge 20 giugno 2017, n. 91 “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno.”             

La ZES deve comprendere almeno un'area portuale con le caratteristiche stabilite dal regolamento UE del Parlamento europeo (n. 1315 dell'11 dicembre 2013).                                                          

In Calabria il totale delle superfici destinabili a ZES è di Ha 2.476, suddivise fra:

- Porti e aree retroportuali
- Aree Aeroportuali
- Piattaforme Logistiche
- Interporti

La ZES è amministrata da un Comitato di indirizzo composto dal Presidente dell'Autorità Portuale, da un rappresentante della regione Calabria, da un rappresentante della Presidenza del Consiglio dei Ministri e da un rappresentante del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Le aree ZES della Calabria ricadono in insediamenti  gestiti da:

- Autorità Portuale di Gioia Tauro                                                           
- CORAP Consorzio  Regionale Aree produttive