Lo sportello unico per le attivita' produttive

Finanza la tua impresa: dagli aiuti pubblici ai programmi Ue, ecco le nuove misure a favore delle PMI della Regione Calabria

Il sito CalabriaSuap ha pubblicato nuove e interessanti misure d’incentivo, rivolte alle imprese del territorio calabrese. Nella sezione Finanzia la tua impresa sono disponibili le schede che agevolano l’accesso agli aiuti pubblici e ai programmi europei.

In un’economia sempre più legata alle PMI che fanno leva sul potere innovativo riguardante il business, al prodotto ed ai processi di automazione, cresce anche in Calabria il numero di incubatori di startup collegati a brevetti industriali depositati presso le Camere di Commercio e che possono beneficiare a pieno titolo dei fondi europei.

Il Bando “H2020-ECSEL-2016” esplora in campo elettronico l’attuabilità di nuove tecnologie, prodotti, servizi, attraverso attività di ricerca applicata, sviluppo, sperimentazione, validazione in laboratorio e simulazione dei processi in uso. Il contributo a fondo perduto può coprire fino al 35% delle spese ammissibili.

Due misure attenzionano il settore marino e marittimo. Il Bando “EASME/EMFF/2016/1.2.1.4”, concepito come un “Blue Lab”, è rivolto allo sviluppo di progetti innovativi e partnership d’avanguardia nelle subregioni costiere, con rafforzamento della cooperazione. Il Bando “EASME/EMFF/2016/1.2.1.2” è orientato alla formazione continua dei lavoratori nei settori dell'economia blu, con l’obiettivo di attrarre laureati o persone già in possesso di una qualifica professionale/tecnica, con l’obiettivo di riqualificare e diversificare le competenze.

In primo piano l’agricoltura con “Misure in favore dell’autoimprenditorialità e del ricambio generazionale”, rilanciate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in concerto con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. E’ possibile accedere a contributi in conto interessi con tasso agevolato fino al 75%, e a fondo perduto fino a un tetto di 500.000 euro per impresa e/o progetto d’investimento. Naturalmente purchè si tratti di subentro in attività che costituiscono reddito esclusivo per il conducente.

Integrato dal Documento di lavoro della Commissione Investing in Health, riferito alla Strategia UE, “Salute 2014-2020” è un bando che incoraggia l’innovazione, accrescendo la sostenibilità dei sistemi sanitari e proteggendo i cittadini dalle gravi minacce sanitarie transfrontaliere.

Il Mise mette a disposizione una misura “Consumatori”, per finanziare interventi mirati all’assistenza, all’informazione e all’educazione a favore dei consumatori, in conformità alle disposizioni regionali.

Il Programma “LIFE 2016” eroga un contributo a fondo perduto fino al 100% per promuovere e sostenere interventi ambientali. La Commissione europea – DG Ambiente punta al miglioramento della qualità dell`ambiente, all`interruzione e all`inversione del processo di perdita di biodiversità e degrado degli ecosistemi, dando attuazione alla vera governance, a tutti i livelli in materia di ambiente e di clima.

Istruzione, formazione, gioventù e sport, sono gli ambiti di applicazione del Bando “EAC/A04/2015”, che offre contributi a fondo perduto sulle azioni chiave che spaziano dal rilancio della conoscenza, abilità settoriali e dialogo strutturato. Focus sulle attività Jean Monnet.

E sempre per quanto riguarda lo sport, grazie a una Convenzione triennale FIGC- ICS, che mette a disposizione un plafond di 80 milioni di euro, i soggetti privati proprietari o concessionari, anche sotto forma d’impresa, possono accedere a “Finanziamenti a tasso agevolato per interventi infrastrutturali di riqualificazione degli impianti calcistici e sportivi”.

Interessante il Bando DEAR 2016, orientato ad enti ed associazioni pubbliche e private, che partendo da una dotazione finanziaria di 92.950.000 euro, concede un fondo perduto fino al 90% per attività di sensibilizzazione e promozione dell’educazione sui temi dello sviluppo.