Lo sportello unico per le attivita' produttive

Contesto produttivo

Oltre il 60% delle imprese registrate in provincia di Reggio Calabria rientra in tre settori:
 
  • commercio (35,6 %) con 18.031 unità;
  • agricoltura, silvicoltura e pesca (14,7%) con 7.459 unità;
  • costruzioni (10,8%) con 5.499 unità.
Il commercio, con oltre un terzo delle imprese registrate, rimane il comparto più rappresentativo dell’economia reggina. Fra le imprese manifatturiere, il 40,1% è costituito dal comparto alimentare, il 11,6% dalla fabbricazione e lavorazione dei prodotti in metallo, l’ 8,8% dall’industria del legno, il 7,8 % dalla fabbricazione dei mobili. Nel suo complesso, il tessuto economico reggino soffre del mancato apporto di un settore industriale in grado di consolidarsi sul territorio, mentre la scarsa incidenza del terziario avanzato e della attività connesse con lo sviluppo scientifico e tecnologico, configurano un modello di sviluppo tradizionale.
 
Le imprese reggine, con un volume di merci pari a 178,8 milioni di euro, hanno il primato regionale in termini di merci importate.I dati sull'export del 2014, evidenziano che il mercato europeo rimane quello di riferimento (50%), cui segue il mercato dell'America Settentrionale (16,3%). Acquistano sempre maggiore importanza gli sbocchi commerciali del medio oriente (7,3%) e degli altri paesi dell'Asia (7,8%). Decisamente rilevante anche l'incidenza della domanda proveniente dall'Africa (11,4%) un dato ben superiore al valore medio nazionale.