Lo sportello unico per le attivita' produttive

Contesto produttivo

Nella storia recente, a partire dagli anni venti, Crotone è stato il primo centro industriale della Calabria, specializzandosi prevalentemente nel campo dell'industria chimica, con gli insediamenti Montedison e Pertusola Sud. Dopo il 1993, anno che coincise con il ridimensionamento dell'industri chimica in Calabria, sono stati attuati una serie di interventi di sviluppo locale quali: Sovvenzione globale, Contratto d’area, PIT, PISL, Poli, che hanno creato una nuova imprenditorialità non più legata alla chimica ma a nuovi settori economici quali: Energia e Ambiente, Sociale, Agroindustria e Sanità.   

PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVTA' ECONOMICA

AGROALIMENTARE

La  filiera agroalimentare è quella maggiormente presente nel territorio e comprende il 50% delle imprese attive nella provincia. La forza di tale settore è legata alla presenza di un naturale “Parco Enogastronomico del Crotonese”, che vanta la più alta concentrazione di marchi DOP e DOC della Regione Calabria nel settore vinicolo, olivicolo e della produzione di carni.  Particolari eccellenze sono costituite dal  Pane di Cutro, dal Pecorino Crotonse, dall’allevamento della razza bovina podolica del Marchesato Crotonese, tutti con certificazione DOP.
 
PESCA

La marineria di Crotone è la più grande e la più importante della Calabria e consta della più forte flotta calabrese.
I punti di forza della pesca nella Provincia di Crotone sono legati principalmente ai seguenti fattori:

  • esteso sviluppo costiero e presenza di zone caratterizzate da una grande tradizione marinara
  • presenza di un consistente e vario patrimonio ittico
  • buona qualità del pescato
  • elevata e crescente propensione al consumo di prodotti ittici, sia a livello locale che nazionale
  • ampia disponibilità di risorse finanziarie destinate al settore, provenienti da fondi comunitarie e nazionali
  • presenza dei porti turistici di Crotone e Le Castella
  • presenza di piccola pesca autorizzata ad esercitare l’attività professionale all’interno dell’Area Marina Protetta – Zone B e C

METALMECCANICA

Il settore metalmeccanico crotonese copre circa il 70% delle esportazioni provinciali e si concentra nella carpenteria metallica pesante e, in particolare, nella produzione di serbatoi e parti di centrali elettriche, destinata ai mercati arabi e asiatici. Le aziende metalmeccaniche crotonesi sono nate perlopiù come imprese dell’indotto delle due grandi industrie crotonesi, Pertusola e Montedison, che per molti decenni hanno dominato la scena economico-produttiva di Crotone.

TURISMO

La provincia di Crotone si è sempre contraddistinta per la forte vocazione turistica,  collocandosi oggi a pieno titolo nel panorama delle destinazioni turistiche nazionali e del Mediterraneo.
Terza come  presenze turistiche complessive nella regione Calabria, registra il più alto numero di arrivi stranieri. Tra le località turistiche prescelte, Isola Capo Rizzuto risulta al 2° posto a livello regionale come meta turistica.
L’area del Crotonese è una delle piu’ suggestive della Calabria, ricca com’è di importanti testimonianze del passato, che dalle coste del Mar Jonio si estende fino alle propaggini della Sila Piccola, schiudendo una varieta’ di paesaggi e di colori. Una terra da scoprire passo dopo passo, angolo dopo angolo; un territorio dove si coniugano amabilmente la varieta’ e bellezza del paesaggio con i molteplici aspetti artistici e culturali, che poi sono le stesse radici della nostra civilta’.

ENERGIA E AMBIENTE

In provincia di Crotone è il mix di 5 tecnologie a soddisfare il fabbisogno energetico elettrico del territorio, grazie a 25 MW di impianti solari fotovoltaici, 331 MW di eolico, 2 MW di biogas e 85,3 MW di biomasse.
Tra i primi 20 Comuni che ospitano sul proprio territorio impianti del cosiddetto «grande eolico», c'è Isola Capo Rizzuto, in settima posizione con 141,9 MW di potenza installata.
Sempre secondo il rapporto 2013 di Legambiente, Strongoli e Crotone hanno notevoli impianti a biomassa per la produzione di energia elettrica (nei primi 20 posti in Italia per potenza installata). Gli impianti sono collocati per lo più nelle aree costiere e vicino ai porti ed utilizzano spesso biomasse provenienti dall’estero.
Nel territorio crotonese ha sede il Polo Tecnologico NET (Natura Energia Territorio), per l’energia e l’ambiente.

 

SANITARIO

Nel Distretto Sanitario – ASP Magra Grecia di Crotone vi sono strutture private all’avanguardia e di eccellenza nel campo dell'Alta Specialitá Riabilitativa (Centro di riferimento regionale per le gravi cerebrolesioni) ed è presente la più grande struttura d’Italia dedicata al cavo orale, con 12.000 mq. di superficie attrezzata, ricerca nel campo delle cellule staminali, tecnologia applicata alle protesi dentarie.

COMMERCIO E SERVIZI

Il settore del commercio con la presenza del  24,5% del PIL Crotonese si colloca al secondo posto dopo l’Agroalimentare